martedì 24 ottobre 2017

Femminicidio




Piangi, urli, preghi,
non comprendi.
Il corpo contuso,
le labbra aride,
il cuore ferito.
Lo guardi,
cerchi nei suoi occhi
l’amore condiviso,
non lo ritrovi.
Lo scruti tra le dita
con cui  ti proteggi  il volto…
Invano, non riconosci
nelle fattezze alterate
chi ti amò,
chi giurò di proteggerti
da tutti, da tutto,
ma non da se stesso.
Al cielo
rivolgi una prece
e t’abbandoni
sperando in un altro domani,
desiderando  che finisca  presto.
Nuccia

CARTELLO FEMMINICIDIO

domenica 22 ottobre 2017

CREDO




Credo nei  tramonti
Presagi di albe.
Credo nella natura
Manifesto di bellezza.
Credo negli animali
Supreme dedizioni.
Credo nell’amore
Generante   vita.
Credo nella pace
Primavera d’uguaglianza.
Credo  nei bambini
 Fiduciosi nel futuro.
Credo nell’anima
 Tributante persone.
Credo nella gente umile
Rappresentante  realtà.
Solo nei potenti
non credo
perché dimentichi ,
troppo spesso,
dell’ eguaglianza fra gli esseri
e dell'unico destino
che ci  accomuna:
la morte.
Nuccia

mercoledì 11 ottobre 2017

Compleanno



A volte ti soffermi,
rivivi i passi vissuti,
episodi  di vita
che il cuore t’hanno forgiato.
La consapevolezza negli occhi,
l’esperienza come bagaglio,
il dolore  a tratti come compagna…
Poi ,ti guardi attorno,
basta il sole che appare tra le nuvole,
un cucciolo che t’accoglie festoso,
una foto di tempi andati,
il bacio di chi accanto ti vive
 e… t’accorgi
che d’affetto è costellato il tuo cammino.
Spontaneo  un sorriso
increspa la bocca,
e si palesa un sussurro
”Grazie vita!”

martedì 19 settembre 2017

…e ancora




…e ancora guardo il mondo
e non mi stanco.
M’incanto dinnanzi  ai bimbi
in cui l’innocenza è intonsa
e nel prossimo balenano fiducia.
Mi  rapiscono i volti degli anziani
che han  negli occhi la saggezza
di chi tanto ha vissuto e lottato.
Osservano gli altri con condiscendenza
consapevoli del tempo,
 che equo su  tutti, lascia tracce.
Degli animali osservo l’agire,
pura lotta per sopravvivere
 e del male non sanno esistenza.
Mi rasserena il mare quieto,
in cui l’onda sussurra alla spiaggia
e ne scompiglia lieve  la sabbia.
Delle tempeste temo il prodotto,
troppo simile all’animo umano
quando ira primeggia ragione.
Nel cielo invece  mi perdo
cercando di dar nome a nuvole e stelle,
memore di un mondo di fiabe
ascoltate e narrate.
Dei prati mi sento figlia,
quando odorando timidi fiori
 e accarezzando fili d’erba
alla  madre terra rendo onore.
Della  pioggia e della neve
guardo meraviglia,
mutano  i paesi  col pianto  o l’incanto.
A  questo mondo, come innamorata,
sempre m’aggrappo, lasciarlo mai vorrei.
Ma quando l’ora mia verrà
spero di aver vissuto
piantando  orme
conservate nei  ricordi
di chi accanto mi è stato.
http://www.solosfondi.com/wp-content/uploads/2011/01/wallpaper-natura.jpg

La donna



Donna dolce, materna,
 affettuosa, umile, docile?
No, non è vero….
La donna è tutto,
 è altro!
Ci vuole coraggio per amare,
donare, partorire, crescere.
Accudire, curare, sorreggere.
A volte nascondere le lacrime,
ingoiarle a gran forza,
 stamparsi un sorriso
per infondere
un coraggio assente.
Ecco la donna
di rosso vestita,
come fuoco
 di lava vulcanica
riempie i vuoti
che la vita dona.
http://risvegliati.altervista.org/wp-content/uploads/2012/10/ricordi.jpeg