venerdì 24 marzo 2017

Figlio mio

Quando m'incontri
regalami un sorriso,
la mia giornata s'illuminerà
col tuo volto.

Quando mi vedi
stringi la mia mano,
il tuo calore irradierà
il mio corpo stanco.

Quando mi passi accanto
dammi il tuo braccio ,
sorreggimi ancora
così io come feci allor.

Quando m'appisolo
svegliami...
non voglio perder nulla
 della vita mia che ancor  resta.

Quando mi racconti,
ripeti e ripeti ancora
non ti stancare
mi culla il suono della tua voce

Quando mi baci
la mia guancia avvizzita palpita
avverto il tuo cuore,figlio mio
e amo ancor.
 Nuccia
foto dal web
Donna, Vecchio, Senior, Femminile, Anziani, Ritirato









mercoledì 22 marzo 2017

ODIO

Odio versato,
colma le strade,
scorre lungo il marciapiede
scivola sul selciato
inonda  di raccapriccio l'aria.
Sguardi muti
chiedono risposte
dinnanzi a corpi martoriati.
L'orrore non ha spiegazioni.

venerdì 17 marzo 2017

E' Primavera




E’ Primavera , lo so!
Stamani m’ha svegliato
un canto diverso,
un’ugola d’oro tra i rami.
Ricomparso è lo stornellatore!
Da anni , all’arrivo della dolce stagione,
 imperituro  tra i rami germoglianti,
 canta d’amore
all’aere,ai fiori,
alla primavera,
alla natura tutta.
Tra acuti e fischi
m’ha  gorgheggiato  
"Credimi,
 la vita è una ruota
e gira e ti rigira,
prima o dopo ,
il bello ritrova!

mercoledì 15 marzo 2017

Terra di Sicilia



Terra  di Sicilia

T’amo terra mia, Sicilia bella

d’aranci rigogliosa, 

 inebriante di zagara profumata.

Lungo tutto il tuo profilo

onde  t’accarezzano  come mani d’amante 

in serenate estive o  talvolta ti schiaffeggiano

gelose di tanta tua  bellezza.

In cielo il sole  t’illumina,

ramente ti oscura

perché altri occhi  possano goderti o possederti.

Negli anfratti e  a cielo aperto

la storia vive e rivive nella memoria di uomini

che cantano gioie e dolori di ciò che fu.

Nel tuo futuro riponiamo speranza,

ma tu terra mia insegnaci  rispetto per le radici,

orgoglio per il passato,  speranza per chi ti vive.
Nuccia Isgrò

domenica 12 marzo 2017

Mi piacerebbe


Mi piacerebbe vivere il mondo
con gli occhi di un bambino,
scevri da ogni sospetto
aperti sempre all'affetto.
Con gli occhi di un bambino
in uno scatolone  di cartone
una nave vedrei,
 viaggi immaginari affronterei,
di malinconia certo  non  soffrirei.
Con gli occhi di un bambino
nell'anziano scorgerei
  saggezza, pazienza, amore, 
e  la mia  mano  gli porgerei
 perchè nella sua esperienza
fiducia avrei.
Con gli occhi di un bambino
 la vita svilupperei
all'insegna della gioia
dove tutto è scoperta
 e bandirei la noia.
Con gli occhi di un bambino
 della purezza farei la mia arma,
e   allontanerei  il giudizio vuoto
e alla comprensione mi assogetterei.
Con gli occhi di un bambino
la mia vita migliorerei
e agli altri mi dedicherei
serenità elargirei.